Ostuni: Arco Scoppa visto dall’interno della cattedrale

L’arco, paragonabile ad una fastosa galleria barocca che collega i due palazzi, un tempo era in legno.
Artisticamente è quanto di più barocco troviamo della piazza. Il fastigio crea l’effetto di un immenso cartiglio decorato da un putto (un tempo dovevano essere due) e da volute, conchiglie e fiaccoloni che incorniciano la sommità.

Ph Massimo Danza

Voglio la luna

Il gozzo blu sulla scogliera e’ una istallazione di Miki Carone.

Abbazia di san Vito a Polignano a mare.

Ph Massimo Danza

Secondo un’antica leggenda una nobildonna salernitana di Nome Fiorenza che stava annegando nel fiume Sele, venne miracolosamente salvata da San Vito che le chiese di portare le sue spoglie in Puglia. La donna condusse le spoglie del Santo nel luogo in cui successivamente venne fondata l’Abbazia; furono custodite dalla comunità monastica basiliana che abitava le grotte sotto l’attuale abbazia.